Links

Numeri utili

Mappa del Sito

IMU 2013

Imposta municipale propria (IMU)

 2013
 

L'imposta municipale propria meglio nota con l'acronimo "IMU" è un tributo che grava sui fabbricati, terreni ed aree fabbricabili.

 NOVITA' IMU 2013
 

 1. E' sospeso fino al 16 settembre 2013, e salvo modifiche normative all'ordinamento dell'imposta, il versamento dell'acconto dovuto per:
 • abitazione principale (e pertinenze che godono del trattamento agevolato) ad eccezione dei fabbricati A01, A08, A09;
 • alloggi appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari nonchè sugli alloggi di edilizia residenziale pubblica regolarmente assegnati.
 • fabbricati rurali (a prescindere dal classamento catastale, purchè accatastati con l'annotazione "R" -rurali)
 2. Dal 2013 tutto il gettito dell'IMU spetta al Comune ad eccezione dei fabbricati di categoria catastale D per i quali lo Stato si riserva una quota del gettito calcolato ad aliquota base dello 0,76%, con destinazione al Comune del gettito residuo determinato dalla variazione in aumento dell'aliquota comunale;
 3. Maggiorazione del coefficiente di rivalutazione della rendita catastale previsto per i fabbricati D da 60 a 65 (con esclusione dei D/5 per i quali detto coefficiente è già fissato a 80);
 4. Termine di presentazione delle dichiarazioni IMU relative alle variazioni intervenute nel corso dell'anno 2013: 30 giugno 2014.

 DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE

 

Abitazioni e pertinenze

Rendita catastale rivalutata del 5% x 160;

Altri fabbricati:

Rendita catastale rivalutata del 5% x il moltiplicatore relativo alla categoria catastale (vedasi successiva tabella);

 *********
 
È pubblicata di seguito la tabella dei moltiplicatori

Classificazioni catastali   

moltiplicatore

Abitazioni (da categoria A1 a categoria A9) e Fabbr.ti classificati nelle categorie catastali C/2 C/6 e C/7)

Fabbricati classificati nelle categorie catastali A/10 e D/5

Fabbricati classificati nel gruppo catastale B

Fabbricati classificati nella categoria catastale C/1

Fabbricati classificati nelle categorie catastali C/3, C/4 e C/5

Fabbricati classificati nel gruppo catastale D, esclusa la cat. D/5

160

 80

140

 55

140

 65

   


Aree fabbricabili

La base imponibile delle aree fabbricabili è determinata considerando il valore venale in comune commercio al 1^gennaio dell'anno di imposizione, avendo riguardo alla zona territoriale di ubicazione, all'indice di edificabilità, alla destinazione d'uso consentita, agli oneri per eventuali lavori di adattamento del terreno necessari per la costruzione, ai prezzi medi rilevati sul mercato dalla vendita di aree aventi analoghe caratteristiche. Eventuali valori che il Comune andrà a determinare avranno valore puramente indicativo.

ALIQUOTE E DETRAZIONI


Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 40 del 30 maggio 2013 sono state riconfermate le aliquote già vigenti per l'anno 2012:

 • aliquota di base ordinaria ai fini IMU nella misura del 1,06 per cento, da applicarsi per tutti i casi non espressamente assoggettati a diversa aliquota;
 • aliquota agevolata IMU allo 0,82 per cento per tutti i fabbricati di categoria catastale C1-C3-C4;
aliquota agevolata IMU allo 0,82 per cento per tutti i fabbricati di categoria catastale da D1 a D4 e da D6 a D9 (di cui lo 0,76% di quota annuale Statale);
 • aliquota agevolata IMU allo 0,85 per cento per le aree fabbricabili
 • aliquota ridotta IMU allo 0,49 per cento, per le unità immobiliari adibite ad abitazioni principali e relative pertinenze. Detrazione abitazione principale     € 200,00 maggiorata di € 50,00 per ciascun figlio convivente di età non superiore a 26 anni, su base annua;
 • l'aliquota ordinaria IMU del 0,49 per cento, unitamente alla detrazione, si applica anche ai casi di cui all' art. 3, comma 56, legge 662/1996, quali unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata, come da conforme previsione del regolamento comunale;
 • la sola detrazione si applica anche alle unità immobiliari, appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari, nonché agli alloggi di edilizia residenziale pubblica regolarmente assegnati.

Nel Comune di Modigliana, essendo in base all'elenco dei comuni italiani predisposto dall'Istituto nazionale di statistica (ISTAT) classificato come parzialmente montano, i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 9, comma 3-bis, del decreto-legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito con modificazioni dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133, sono esenti.

 VERSAMENTO A MEZZO F 24 - Codici Tributo


Versamento in acconto: 17 giugno - per gli immobili non compresi nel rinvio


codice 3912 (Comune) - abitazione principale A01, A08, A09 e pertinenze

codice 3916 (Comune) - aree edificabili

codice 3918 (Comune) - altri fabbricati

codice 3925 (Stato) - fabbricati cat. D (quota Stato dello 0,76%)

codice 3930 (Comune) - fabbricati cat. D (incremento Comune)

AVVERTENZA


Il Comune provvederà a rendere note tutte le informazioni utili ad un corretto assolvimento del'imposta, che si rendessero necessarie in considerazioni di successive modifiche normative.

INFORMAZIONI


UFFICIO TRIBUTI Via G.Garibaldi 63-47015 Modigliana
Tel. 0546 949530-949533 Fax 0546 949514-949540
Orari di apertura al pubblico: martedì e giovedì ore 11.00-13.00 e 16.00-18.00 e-mail: a.valmori@comune.modigliana.fc.it
sito ufficiale: www.comune.modigliana.fc.it

Tramite il link "CALCOLO IMU" sottoindicato è disponibile un programma aggiornato per calcolare l'acconto IMU 2013 che provvede anche alla compilazione del Modello F24 per effettuare il versamento.


 

Per  il  calcolo  dell'IMU on line  clicca  qui: